La cameretta del neonato

Cosa serve nella cameretta del neonato

Il bebè sta per arrivare e non hai idea di come arredare la sua cameretta? Oppure hai visto tante belle immagini e soluzioni e non sai quale fa al caso tuo?

Sicuramente hai iniziato a pensare alla cameretta dal giorno in cui lo stick ti ha mostrato le due linee rosse,  o il segno + o la faccina sorridente. Per i primi mesi, data l’incertezza del sesso, ti sarai mantenuta sul vago. Poi avrai delineato sempre meglio l’immagine di quel piccolo nido. Avrai già sfogliato cataloghi, riviste, visitato negozi e guardato siti online. Quindi, “non mi resta che acquistare!” penserai! E invece no.

Io personalmente ho affrontato l’argomento solo al 7° mese di gravidanza. Con un pancione enorme ho avuto la geniale idea di realizzare degli stencil con i 42°C di un caldissimo luglio! Tra mancamenti vari, comunque sono riuscita a completare l’opera con grande soddisfazione. 

Ma per riuscire ad organizzare la cameretta del tuo neonato ci sono vari elementi di cui tener conto prima di iniziare a fare shopping. Ecco una breve lista di spunti dai quali puoi partire.

Quali arredi nella cameretta del neonato

Prima di iniziare ad arredare la cameretta del neonato, bisogna programmare  per bene le spese che andranno affrontate. In base al budget a disposizione, probabilmente, deciderai se realizzare una nursery che si adatti al bebè per i suoi primi due anni, oppure se necessiti di creare un ambiente più adatto anche ad un bimbo più grande.

Inutile e dispendioso realizzare complicate nuvolette e file di ciucci se hai idea di non cambiare nulla per i primi 4-5 anni del nuovo arrivato.

L’arredamento della tua nursery dovrà tener conto dell’ampiezza della stanza e della sua forma geometrica,  di eventuali nicchie, della posizione di porte, finestre, termosifoni, prese.

La culla andrebbe posizionata nella zona più lontana dalla porta, in modo che passando nel corridoio possa essere abbastanza lontana da non svegliare il piccolo che dorme; andrebbe anche posizionata lontano dalle finestre per non avere spifferi diretti né essere colpita dalla luce diretta.

Le finestre è bene che siano comunque schermate da una tenda proprio per isolare da eventuali spifferi e per poter garantire la  penombra, anche durante l’estate quando serrande o scuri non saranno chiusi totalmente per arieggiare l’ambiente.

Infografica-nursery Cosa serve nella cameretta del neonato
Infografica progetto nursery

Cosa serve in una  nursery

L’arrivo di un neonato fa quasi sempre scattare una sorta di corsa all’acquisto compulsivo. Compreremmo di tutto e anche in più varianti se fosse possibile! Ma in realtà la cameretta di un neonato necessita di pochi arredi aventi per caratteristica fondamentale la solidità e la comodità (oltre alla bellezza che dipendente che dal nostro gusto personale) .

I mobili necessari per una nursery 

CULLA _ Puoi scegliere una culla piccola adatta sino ai 6-8 mesi tra modelli a dondolo o fissi, con ruote o senza. Oppure, puoi optare per una culla-lettino, in versioni più semplici o complicate, che accompagnerà il piccolo dai suoi 6 mesi a circa 3 anni. Quasi tutti i modelli di culla-lettino hanno una posizione variabile dell’altezza del materasso, per agevolare l’appoggio in culla del piccolo. Alcune hanno poi la possibilità di sganciare e togliere una delle sponde per far sì che il bambino possa scendere da solo dal lettino quando sarà più grande. Ci sono modelli con cassetti sotto rete e altri che hanno uno speciale comodino integrato. La culla è l’elemento di arredo di una nursery in cui il design si sbizzarrisce, quindi avrai ampia possibilità di scelta.

FASCIATOIO_ Se si decide di non posizionarlo in bagno, perché magari non si ha abbastanza spazio, si può scegliere un modello con cassettiera integrata rimandando l’acquisto di quest’ultima a quando il piccolo sarà cresciuto.

CASSETTIERA _ Assolutamente necessaria per biancheria e vestitini del neonato, piuttosto che per lenzuolini e copertine varie. Io ti consiglio di badare molto bene all’ampiezza dei cassetti. Alcuni modelli hanno dei cassetti poco profondi e dopo i primi mesi non basteranno più, soprattutto in vista del primo cambio invernale.

LIBRERIA _ Una piccola libreria contenitore sarà una ulteriore base d’appoggio e servirà per riporre i libri di favole del neonato, oltre a peluche e primi giochi del bebè. Utilizzando le apposite scatole in stoffa, otterrai anche dei comodi “cassetti”.

Un consiglio:

Se lo spazio te lo permette, acquista una poltrona. Che sia una sedia a dondolo, una vecchia poltrona della nonna rivestita o una nuovissima poltroncina di design, l’importante è che sia comoda. Ti servirà per addormentare il piccolo (se sarai fortunata nel farlo da seduta), per tenerlo ancora in braccio e fare un momento di pausa per dare sollievo alla tua schiena, piuttosto che per raccontargli delle belle favole.

 

 I colori della nursery

Chi ha detto che i colori della cameretta del neonato devono per forza essere i toni pastello del rosa o dell’azzurro?

Nello scegliere il colore adatto alla camera che hai in mente, pensa ai seguenti quesiti:

  1. Chiediti per quanto, probabilmente, riuscirai a farti piacere il colore scelto. Eviterai di dover ridipingere il tutto dopo solo un anno perché stanca della scelta fatta.
  2. Verifica la luce presente nell’ambiente. Se la luce è poca, ti sconsiglio di applicare un blu oltremare, meglio un colore chiaro che possa illuminare l’ambiente.
  3. Sino ai 3 mesi il neonato vede solo in bianco e nero. Successivamente inizierà a vedere e riconoscere i primi colori, prediligendo i colori primari. I colori pastello saranno certamente più rilassanti, mentre quelli più accesi daranno un maggior stimolo percettivo al piccolo. Quindi, meglio non utilizzare il rosso su una parete intera.
  4. Un’attenzione particolare va data alla pittura per pareti. Quella che acquisterai deve essere di ottima marca per assicurare che sia il meno nociva possibile. E’ importante che le pitture utilizzate non rilascino VOC ossia contenuti tossici che il bambino respirerebbe durante il tempo passato in camera. Io ti consiglio di dare uno sguardo alle pitture Farrow&Ball a base acqua; sono l’ideale per varietà di colori e qualità.

 

Le regole di sicurezza

 Un neonato cresce a vista d’occhio e ti sorprenderai a vederlo arrampicato alla culla quando meno te lo aspetti. Pertanto, è bene tenere a mente degli accorgimenti per la disposizione della culla e di arredi e complementi vari .

  • Piccole librerie e cassettiera andrebbero fissate al muro. Hai presente il sistema di fissaggio delle librerie IKEA? E’ una fascetta che viene avvitata al mobile e di seguito letteralmente inchiodata alla parete. Ok, ti dispiacerà rovinare il tuo mobile, ma meglio che doversi trovare in ben altre situazioni. Personalmente ho trovato il mio primo figlio in piedi nel cassetto del settimino  e la seconda figlia a tentare di arrampicarsi su una libreria. In entrambi i casi io non ero distratta, ma è bastato un secondo perché mettessero in atto il loro piano diabolico!
  • La culla deve essere posizionata lontano dalle mensole, gli ci vuole un attimo per afferrare e ingurgitare un olio/crema o afferrare qualunque cosa sia alla sua portata.
  • Quadretti, cornici o specchi devono essere appesi ad altezza di sicurezza e ben assicurati per evitare che cadendo accidentalmente possano fare male al piccolo.
Nursery Cosa serve nella cameretta del neonato
Moodboard nursery_ Photo credit: decor8 holly                                                                       
                                                                                                                          

Vuoi lasciare un commento? Scrivi qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: